Un viaggio alla scoperta del Parco del Partenio, tra santuari, borghi e buona cucina…

Nell’escursione dell’intera giornata (9 ore circa) ci si mette d’accordo insieme sull’orario di partenza e si parte per una vera e propria avventura dalla quale ritornerete pieni di emozioni e di immagini che vi accompagneranno a lungo.

In questa escursione passeremo all’altro versante quello di Montevergine , sulla catena montuosa del Parco del Partenio, nei comuni di Baiano, Cervinara, Mercogliano, Avella, Monteforte Irpino, Mugnano del Cardinale, Ospedaletto d’Alpinolo, Pietrastornina, Quadrelle, Rotondi, Sant’Angelo a Scala, San Martino Valle Caudina, Sirignano, Sperone, Summonte.

La zona è molto vasta, abbiamo possibilità di raggiungere vallate e vette fino a 1600 slm quindi decideremo insieme cosa vedere e cosa visitare.

Salendo incontreremo Acqua Fidia, con la sua folta vegetazione boschiva, è il luogo ideale per organizzare piacevoli pic-nic nelle aree attrezzate, appositamente predisposte. La località è raggiungibile – oltre che in quad – anche percorrendo il sentiero 210 che da Mercogliano si inerpica su per la montagna, fino a Campo Maggiore.

Continuando a salire arriveremo a Campo Maggiore con la sua folta vegetazione boschiva, e la sua bella pianura, è il luogo ideale per organizzare piacevoli pic-nic nelle aree attrezzate, appositamente predisposte. La località è raggiungibile – oltre che in auto, percorrendo i tornanti della Statale 374 – anche a piedi, percorrendo il sentiero 210.

Dal campo maggiore potremmo decidere di scendere a visitare il Santuario di Montevergine che è meta di moltissimi visitatori, le stime del 2001 parlano di oltre 2 milioni di persone, con un trend in crescita.
Per arrivare al Santuario dal Campo ci si impiega cirga un ora. Volendo dal santuario possiamo prendere la funicolare di Montevergine, che in 7 minuti raggiunge il paese di Mercogliano.
La funicolare di Montevergine è fra le più ripide e veloci d’Europa, con un dislivello coperto di quasi 700 metri e pendenze che superano il 64%. Si possono visitare anche i Ruderi dell’Incoronata.

Da Acqua Fidia o dal Campo Maggiore possiamo raggiungere Summonte – Campo S. Giovanni

Il Percorso Ambientale:

Tempo di percorrenza: 2 ore
Difficoltà: facile
Lunghezza: 6.1 km.
Quota minima: 745 m.
Quota massima: 1150 m.

E’ un lungo itinerario organizzato e attrezzato che si snoda su per il Monte Partenio toccando il Rifugio in località Forcetelle ed il Rifugio in località Campo S.Giovanni, in località Castellone attività sportive corrredate da un maneggio con scuderia in legno, munita di paddok per i cavalli e pista per le esercitazioni della scuola di equitazione, lancio di aquiloni e ginnastica all’aperto, aule verdi dove è possibile tenere lezioni di educazione ambientale.
Il campo S. Giovanni è veramente molto suggestivo e per la sua vegetazione sembra di stare nei boschi del Nord America. È possibile rifocillarsi alla fonte di acqua gelida per la quale è noto.  A Summonte ci stà anche un bellissimo Parco Avventura (http://www.parcoavventuramontevergine.it/it/)

Sempre da Campo Maggiore è possibile salire sulla ex base militare della Nato. Quella di Montevergine era il più grande sito di comunicazione dell’Air Force in italia. Vista la posizione strategica nel mediterraneo questa base avrà un ruolo protagonista per le comunicazione internazionali della Nato per oltre trent’anni avvolta ancora oggi da un alone di mistero (http://spaziarendere.it/spaziarendere/index.php/spazi-resi/15-spazi-resi/montevergine-av/20-i-tunnel). Salendo verso la base Nato si può far visita al rifugio Faia Bella il più alto della zona.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Inviando questa mail acconsento al trattamento dei miei dati personali come descritto nella seguente Informativa Privacy.

Chatta con noi!